dgNet

I motori di ricerca del futuro

dgNet

   info@dgnet.it         055 58 16 30

 

I motori di ricerca del futuro

Sempre più esigenti

Hummingbird cambierà l’approccio ai motori di ricerca, ci permetterà di inserire vere e proprie domande nella stringa di ricerca e I motori di ricerca del futuro saranno più esigentiottenere le risposte più pertinenti.

Ok, ma tutto questo che impatto avrà su Seo e Serp?
Al momento non è possibile sbilanciarsi in una risposta definitiva. Anche perché Google non ha affatto smesso di affinare anche Panda e Penguin. Loro due sì, che hanno un impatto diretto su Seo e Serp e, nell’ottica di questo effetto combinato tra diversi algoritmi, risulta difficile quantificare la rilevanza dell’uno, dell’altro (o dell’altro ancora).

Una cosa è certa, però: la qualità dei contenuti e i link su altri siti (riconosciuti come affidabili da Google) assumono sempre più importanza, a discapito di strategie meramente basate sull’uso tattico di parole chiave e sul link building.

Quindi, attenzione! Un testo pieno di parole chiave che non necessariamente costituiscono un contesto rilevante può essere visto di cattivo occhio da Panda e Penguin, che finiranno per penalizzarlo.

Nei motori di ricerca del prossimo futuro il potere degli utenti crescerà ancora di più: numero di accessi a un sito e condivisione dei contenuti sono già ora considerati come indicatori di qualità molto più autorevoli rispetto alla presenza o meno di parole chiave all’interno del testo. Non è tutto: i nuovi algoritmi sono in grado di riconoscere il traffico proveniente da link fasulli o da spam. E non si lasciano sfuggire l’occasione di penalizzare i siti che ne fanno uso.

Seguici su

Dgnews in evidenza

Contattaci per un preventivo gratuito